Le ricette imperfette – Nuggets di ceci di Federica

ricette food torinoNoi gli stereotipi si tenta di farli a pezzetti. Di ceci, per essere precisi 😉 Nuova puntata della rubrica dedicata a chi spadella come se non ci fosse un domani!

1 lattina di ceci
pan grattato
olio e.v.o.
farina di ceci
fecola di patate
sale, pepe, rosmarino

Scolare i ceci e frullarli finemente con un filo d’olio. Trasferirli in una terrina, aggiustare di sale, pepe e rosmarino, unire pan grattato quanto basta per far risultare il composto sodo e compatto. Con le mani formare i nuggets.nuggets-ceci-vegan-torino

A parte preparare la pastella miscelando un cucchiaio di farina di ceci, un cucchiaio fecola e 2/3 cucchiai di acqua. La pastella deve avere la densità della cioccolata calda. Impanare i nuggets uno a uno, passandoli prima nella pastella e poi nel pan grattato.
Friggerli a fuoco medio in una padella unta d’olio.

Ottimo finger food davanti a un bel film!

Prossima ricetta: pastasciutta cafona.

Federica Giacone Abate di Avevo Voglia di Correre.

Le ricette imperfette – Vegan burger di Federica

ricette food torinoLa rubrica dedicata alle Ricette Imperfette da oggi è aperta a nuovi gusti e stili di vita: un benvenuto a Federica, che ci propone i suoi Burger Vegani.

Per 2 burger
100 gr di seitan
1 patata bollita
trito di sedano, carota e cipolla
spezie a piacere
olio, sale

Per la crema di cannellini
una latta di cannellini
salsa tahin
olio, pepe e sale

Bollire precedentemente la patata. In una padella far imbiondire il classico trito di sedano, carota e cipolla.
Tagliare il seitan e la patata bollita a cubetti e far saltare per 5 minuti con il soffritto, aggiustando di sale. Frullare tutto come se non ci fosse un domani, aggiungendo le spezie preferite.
Versare il composto in una terrina ed amalgamarlo per bene, se fosse troppo umido aggiungere pan grattato. Quando il composto è pronto formare con le mani i burger e cucerli in forno a 150° per 15/20 minuti.ricette-socialmedia-torino
Versare nel frullatore i cannellini sgocciolati, un bel cucchiaio di tahin, un filo d’olio, e sale e pepe a piacere e poi… frullare, frullare, frullare 😉

Scaldare il pane sulla bistecchiera per renderlo bello croccante. Spalmare poi generosamente la crema di cannellini, aggiungere un paio di fette sottili di pomodoro, insalatina fresca, se piace cetriolo. Sfornare i burger e rifinire così il paninazzo. Da accompagnare rigorosamente con patate fritte!

Prossima ricetta: nuggets di ceci.

Federica Giacone Abate di Avevo Voglia di Correre

Le ricette imperfette – Moelleux au chocolat

ricette food torinoIn un pigro pomeriggio di vacanza io e il mio fidanzato abbiamo deciso di preparare un dolce che ci è caro e che ricorda il legame del nostro territorio con la vicina Francia. Parlo del moelleux au chocolat ovvero, in italiano, soffice al cioccolato.

Il dolce è facile da preparare e ha una goduriosa consistenza morbida al centro. Se sbagliate cottura non preoccupatevi: potrete sempre dire Ho preparato una buonissima torta al cioccolato 😉 Se no che ricetta imperfetta sarebbe?

Per dare un’occhiata al nostro risultato finale andate su Instagram: ho postato qui la foto.

Ingredienti

  • 100 g di farina
  • 50 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 4 uova
  • mezza bustina di lievito

Preriscaldare il forno a 200°.

Sciogliere a bagnomaria, in un pentolino, burro e cioccolato. Mescolare i tuorli con lo zucchero e la farina, poi aggiungere il lievito. Incorporare il tutto al composto di cioccolato e burro. Montare gli albumi e incorporare anch’essi.

Versare in uno stampo ricoperto di carta da forno e cuocere per circa 30 minuti a 200°, poi abbassare la temperatura a 180°. Per verificare il grado di cottura e di morbidezza del moelleux usate uno stuzzicadenti: se una volta estratto dal dolce risulta umido (ma non bagnato) al centro, la torta è pronta.

Decorate come vi pare e mangiate. La torta può essere servita intera oppure già divisa in quadrotti, comodi da conservare in frigorifero e consumare nei giorni successivi, magari a colazione.

Le ricette imperfette – How-to: come fare il pane in casa (con la macchina)

pane how to social media torino ricetteHo cominciato a panificare quando sono andata a vivere da sola e devo dire mi si è aperto un Mondo.

Perché scartocciare il pane dal sacchetto del panettiere e mangiarselo – magari con un bel po’ di Nutella sopra – è un conto, ma ciò che viene prima per la maggior parte di noi è avvolto nel mistero, in quelle ore notturne nelle quali tiri tardi e senti il profumo provenire dal negozio del panettiere vicino casa.
Ecco, quel profumino invitante adesso si sentirà anche dalla vostra cucina, siete pronti? Non è difficile!

Ingredienti

320 ml di acqua
1 cucchiaio di olio (io ce ne metto anche due, per farlo un po’ più ciccio e buono ;-))
1 cucchiaio di sale
1 cucchiaio di zucchero
600 grammi di farina 00, 0 oppure 1
1 bustina di lievito per pane (occhio, quello per dolci NON va bene)

Unire nell’apposita vaschetta gli ingredienti sopra elencati e azionare la macchina. La mia impiega 3 ore e 30 minuti in tutto.

Consigli utili e trucchi provati da me

Attenzione: è importante che mettiate gli ingredienti nella vaschetta della macchina uno dopo l’altro proprio nell’ordine che vi ho fornito. Perché vi chiederete voi? Beh perché la parte solida, ovvero le farine, il sale, lo zucchero, eventuali altri ingredienti (ad esempio noci oppure olive) e lo lievito non devono entrare subito in contatto con la parte liquida, composta dall’acqua e dall’olio.

Poi le dosi. Devono essere molto precise, perciò vi consiglio di pesare tutto. Se vi scappano 10 ml in più di acqua dovrete conteggiare 610 grammi di farina, dopodiché non vi resterà che regolarvi a occhio, a seconda della consistenza dell’impasto: se è troppo acquoso e molle aggiungete farina, viceversa invece ammorbidite con un po’ di acqua.

Qual è la difficoltà maggiore?
All’inizio io facevo un pane compatto e dalla crosta dura, che non mi soddisfaceva per niente.
Poi ho capito: gli elementi più ostici su cui bisogna prendere la mano sono lievito e farina. Lo lievito è la chiave per un pane morbido, con la giusta alveolatura. La farina deve essere di qualità perché è la base di partenza. La 00 è la più facile da reperire (e la più economica), per la 1 dovete fare qualche ricerca ma pare sia migliore. Nella mia esperienza posso dire che, a risultato finito, le due tipologie si equivalgono.

Altra domanda che mi hanno fatto: a cosa serve lo zucchero? E se poi il pane mi diventa dolce?
Lo zucchero è indispensabile per attivare lo lievito, quindi mettete tranquilli il vostro misurino e niente paura il vostro pane risulterà salato.

Questo è tutto, ora non vi resta che provare e magari postare le foto dei vostri bei pani sulla fanpage Facebook del blog 😉

Le Ricette Imperfette – Polpette di pane fritte, con prosciutto e formaggi

ricette food torino

Ciao, mi chiamo Mara e NON sono una foodblogger.
Sapete, di quelle che cucinano piatti sorprendenti, bellissimi, con tanto di foto che fanno venire l’acquolina in bocca solo a vederle. Tortino di cioccolato con coulisse di lampone, parmigiana rivisitata, praline ricoperte, antipasto con avocado. Ecco, io no. Io sperimento tartufi di ricotta e cacao, e se provo a fotografare il risultato sembra un problema di digestione in forma sferica irregolare. Provo a fare la pasta in casa e sti tajarin sembrano il cibo preferito di Bear Grylls. Preso atto di qualche piccola sbavatura ancora da mettere a punto, ho deciso di cominciare una serie di post-ricette per migliorare insieme a voi.
Dedicati a chi come me vive da solo, deve far quadrare i conti e magari vuole scoprire l’ebbrezza di aprire il frigo senza ritrovarne metà in decomposizione. Dedicati a chi come me non è un esperto cuoco ma ama mangiare. Insomma dedicati a chi non è perfetto. Eccovi servite Le Ricette Imperfette 🙂

Polpette di pane fritte, con prosciutto e formaggi.

ricetta torinoFrase tipica: E adesso che me ne faccio di questo pane avanzato?

Prendete il pane raffermo e tagliatelo in piccoli pezzi. Una volta fatto questo, dovete sistemarlo in una ciotola e farlo ammollare in acqua o latte. Nel frattempo preparate il pangrattato (servirà per impanare le polpette). Avete anche il tempo di rispondere a un paio di email se volete.
Una volta che il pane si sarà ammollato, strizzatelo bene e riponetelo in una ciotola pulita. Unitelo poi a 1 uovo, parmigiano grattugiato, sale quanto basta, prosciutto cotto tagliato a dadini, formaggio tagliato a cubetti, o qualsiasi altro ingrediente che vi piaccia.
Impastati insieme questi ingredienti, formate delle polpette e passatele nel pangrattato. Ora friggete le polpette in olio e… fatto!
Da instagrammare agli amici e consumare calde.

Risultato finale: Buonissime!

Variante ghiotta: abbinate le polpette al sugo di pomodoro.